23 giugno 2008

Cartografia raster e formato ECW


Ortofoto in formato ECW in AutoCAD Map 3D

Comincio subito a mettere in pratica le indicazioni che mi hai dato nel recente sondaggio sui contenuti del Blog. In questo articolo tratterò di uno degli argomenti più importanti quando si inizia ad usare AutoCAD Map 3D: l'uso di cartografia raster, ed in particolare di ortofoto. In seguito descriverò in che modo ci può venire in aiuto un recente formato intelligente e compresso, il formato ECW.

Prima di tutto occorre notare che AutoCAD Map 3D ti mette a disposizione, rispetto ad AutoCAD, ben due nuove modalità per introdurre cartografia raster nei DWG.

La prima modalità prevede l'uso del comando _MAPIINSERT, che trovi nel menu:
Map > Immagine > Inserisci, se stai usando l'area di lavoro Map Classic
Crea > Inserisci immagine, se stai usando l'area di lavoro Map 3D Geospaziale

Attenzione: anche se può sembrare molto simile, in realtà questo comando è ben diverso (e più furbo) dal comando di AutoCAD _IMAGEATTACH, che trovi nel menu Inserisci > Riferimento immagine raster.

Il comando di AutoCAD Map 3D, infatti, riconosce automaticamente le coordinate per l'inserimento della cartografia, se queste sono presenti nel file come di solito avviene. Quindi ti permette di inserirla nel punto giusto rispetto al sistema di coordinate. Questo significa avere subito almeno tre vantaggi:

1. Non devi introdurre coordinate complesse del tipo 1697409, 3855709 per la X e la Y, sempre che tu sappia dove andare a leggerle.
2. Puoi introdurre più file raster di cartografia contigui in un colpo solo, ottenendo subito il mosaico delle immagini affiancate tra di loro.
3. La cartografia che introduci, oltre ad essere posizionata correttamente nello spazio è già in scala reale (attenzione: l'unità di misura è sempre in metri), quindi puoi già prendere delle misure, e tutto quello che andrai a disegnare sarà sovrapponibile alle altre cartografie nello stesso sistema di coordinate.


La finestra Correlazione immagini del comando _MAPIINSERT di AutoCAD Map 3D legge automaticamente le coordinate di inserimento della cartografia raster.

Con questa modalità puoi inserire in un DWG immagini raster dei formati più diversi: Bmp, Gif, Jpg, Jp2 o J2k (Jpeg2000), Pcx, Png, Tga, Tif (sia Tif + Tfw che Geotiff), e molto altro ancora, ti basta avviare il comando _MAPIINSERT ed aprire la tendina "Tipo file" per vedere tutti i formati disponibili.

Ma ci sono altri formati, uno è MrSID, usato molto dai nostri amici :-) in casa ESRI, un altro è l'Ecw, che sta per Enhanced Compression Wavelet. Entrambi ti permettono di ridurre notevolmente la dimensione dei file e di visualizzarli molto più velocemente, grazie alla tecnologia di compressione e di indicizzazione spaziale basata su algoritmi di tipo frattale. Rappresentano l'ideale, quindi per gestire la cartografia raster, oppure le ortofoto.

Per poterli utilizzare con AutoCAD Map 3D ti basta scaricare dal sito Autodesk AutoCAD Raster Design Object Enabler, una piccola estensione gratuita. Fai attenzione a scegliere la versione e la lingua giuste per il tuo Map 3D. L'aggiunta naturalmente non ti serve se hai già installato AutoCAD Raster Design, che ti permette di realizzare tante belle cose proprio con le immagini raster.

Bene, ma questa era solo la prima modalità, la più vecchia, per utilizzare cartografia raster.

La seconda modalità, la più innovativa, usa naturalmente la tecnologia FDO. Non ha bisogno di nessuna aggiunta ma per utilizzarla devi avere AutoCAD Map 3D 2007 o meglio ancora una versione successiva.

Premi prima di tutto il bottone Dati nella finestra Gestione Visualizzazione, e poi scegli Connetti ai dati.


Per usare FDO premi il bottone Dati e poi scegli Connetti ai dati

Si apre la finestra Connessione dati, scegli a sinistra la voce Aggiungi connessione a immagine raster e poi premi il bottone a destra del campo File o cartella di origine, che ti permette di sfogliare il disco fisso fino alla cartella in cui sono contenuti i files Ecw. Premi il bottone Ok.

Premi ora il bottone Connetti e poi attiva gli Ecw chevuoi caricare facendo click nella casella a sinistra del nome. Puoi attivare anche più di un ECW per volta.


La finestra Connessione dati: i raster vengono elencati dopo aver scelto la cartella che li contiene ed aver premuto il bottone Connetti

Infine premi il bottone Aggiungi a Carta e chiudi la finestra Connessione dati.

AutoCAD Map 3D 2008 e 2009 carica il raster ed effettua automaticamente uno zoom alle sue estensioni. Se invece usi ancora la versione 2007 leggi qui.

In questo modo hai aggiunto al tuo progetto la cartografia raster in formato MrSID o ECW! Nota che la stessa procedura vale anche per tutti gli altri formati raster supportati da Autodesk Map 3D.

  • Una nota importante: se poi sovrapponi al raster, sempre on FDO, una copertura poligonale, ti è utile sapere che puoi rendere parzialmente trasparente il riempimento dei poligoni, per vedere lo sfondo raster: usa il bottone Stile. Ma se poi vuoi stampare correttamente gli oggetti semitrasparenti, ricordati di utilizzare il comando MAPPLOTTRANSPARENCY (è una novità della versione 2009) per impostare su On la trasparenza durante la stampa. Questo valore, di default è su Off, quindi gli oggetti semitrasparenti vengono stampati opachi.
Ed il vecchio comando Map > Immagini > Inserisci? Posso ancora usarlo? E posso ancora usare le cartografie che ho creato con le versioni precedenti di Map 3D? Ovviamente sì, anche se con il tempo consiglio fortemente di trasformare le cartografie in modo che utilizzino la connessione FDO per le immagini raster, come ho appena spiegato.

Un'ultima cosa: ma se hai solo di Tif e vuoi trasformarli in ECW per risparmiare tempo e spazio su disco? Puoi scaricare qui il compressore da Tif ad ECW gratuito ma limitato ad un massimo di 50 Mb. Oppure puoi seguire qui le istruzioni dell'ottimo Andrea Borruso per utilizzare software Open Source, in particolare le librerie GDAL.

Bene, fammi sapere se questo articolo ti è stato utile, prossimamente penso di scriverne altri sull'uso diretto e soprattutto sull'editing di Shapefile con gli strumenti di AutoCAD e Map 3D, e magari qualcosa anche sui sistemi di coordinate... Cosa ne dici?

Buon lavoro
GimmiGIS

32 commenti:

Robbi ha detto...

..dico che, come quasi tutti gli argomenti del blog, è molto interessante. Vorrei però fare alcune osservazioni sperando di essere smentito o, meglio, aiutato :) Ho usato entrambi i metodi proposti e noto le seguenti cose: l'inserimento dei raster con _MAPIINSERT a differenza dell'FDO garantisce una qualità di visualizzazione del raster decisamente superiore, anzi direi che per i raster che ho dovuto usare era l'unica possibilità per potere lavorare. Di contro se, come nel caso che mi si sta presentando adesso, ho raster georiferiti con sistemi diversi con il primo metodo non ho possibilità di andarli a sovrapporre se non inserendo, credo, le coordinate X e Y a mano, mentre con l'FDO basta assegnare il sistema di coordinate prima di "caricarli". A tal proposito una differenza che ho notato con i prodotti ESRI è la mancanza della possibilità di definire il sistema di riferimento con cui è stato "prodotto" il raster; con il metodo FDO nelle informazioni "sistema di coordinate" nel mio caso risultavano "sconosciute" e una volta individuate non ho potuto "assegnarle". Aspetto con ansia il post sui sistemi di coordinate perchè ho grossi problemi, per mie carenze, a sovrapporre immagini georiferite diversamente con _MAPIINSERT e spero di poter ricevere un grande aiuto (anzi se puoi anticiparmi qualcosa adesso te ne sarei grato). Perdonate la lunghezza, ma quando si ha la possibilità di un bel confronto non penso bisogna limitarsi :).
Grazie, buon lavoro a tutti.

GimmiGis ha detto...

Ciao Robbi,

Grazie per il tuo commento, molto interessante.

Rispetto alla qualità dei raster, non vorrei che tu stessi usando la versione 2007.

In quella versione, per migliorare le prestazioni, FDO dopo uno zoom non mostra subito la massima risoluzione possibile del raster. Devi premere il tasto destro del mouse in Gestione Visualizzazioni sul layer raster e scegliere Query da visualizzare.
Con la 2008 e la 2009 invece il ricampionamento è automatico.

Avevo già accennato a questo aspetto in un mio articolo sui raster ed il formato ECW, che ho voluto ora aggiornare:

http://map3d.blogspot.com/2006/12/immagini-raster-ecw.html

Per quanto riguarda i sistemi di coordinate, hai già notato un altro vantaggio dell'uso della tecnologia FDO, che ti pemrette di trasformare al volo il sistema di coordinate di un raster mentre lo carichi.

Se vuoi usare le immagini con il primo metodo invece puoi usare AutoCAD Raster Design, che ti permette di trasformarle da un sistema all'altro e di salvarle dopo la trasformazione. Anche se è chiaro che questo è un metodo più lungo e più rigido, devi poi salvarti copie differenti della stessa cartografia raster.

Più in generale accetto volentieri l'invito a scrivere dei sistemi di coordinate. Qualcosa però già trovi all'indirizzo:

http://map3d.blogspot.com/2008/04/lo-strano-caso-dellemilia-romagna.html

Buon lavoro
GimmiGIS

Mauro ha detto...

Innanzitutto congratulazioni per l'ottimo blog è da un po' che lo seguo ed è sempre molto interessante!!!
Ho imparato ad utilizzare il sistema FDO proprio leggendo le "istruzioni" qui. Ho avuto però un problema in fase di stampa con dei files ECW, un fotogramma me lo stampava correttamente (ottima risoluzione) mentre quello confinante NO (bassa risoluzione, come se non avesse rigenerato l'immagine). Non sono assolutamente riuscito a risolvere il problema ed ho dovuto utilizzare Map 2004 anziché Map 3D 2008! Grazie e buon lavoro.
Mauro (AO)

GimmiGis ha detto...

Ciao Mauro,

Sono contento che la tecnologia FDO venga utilizzata!
Sta crescendo rapidamente e penso ci darà molte soddisfazioni.

Per quanto riguarda il tuo problema non so se hai già letto la mia risposta al commento precedente, potrebbe esserci la risposta anche al tuo problema.

In ogni caso prima di tornare al medioevo :-) puoi sempre installare Object Enabler di Raster Design ed introdurre i tuoi ECW con il primo metodo che ho descritto (comando _MAPIINSERT). Quesot penso ti permetta di vederli bene anche nei layout.

Buon lavoro
GimmiGIS

Andrea ha detto...

Ciao gimmi,
grazie per l'ottimo ;-) e complimenti per il post.
Mi tornerà utile quando amici e colleghi mi chiedereanno, ma come si fa in Autocad ....

ciao,

a

Mauro ha detto...

Grazie per il consiglio, ma oggi mi è arrivata la ver. 2009 e spero abbia risolto quel problema.
A proposito della tecnologia FDO (che personalmente gradiso molto) ho "collegato" degli shp al quale ho applicato uno stile di visualizzazione con un riempimento solido trasparente. Ma questa trasparenza è solo "visiva" o la si ottiene anche in fase di stampa?
Grazie per l'attenzione.
Mauro (AO)

GimmiGis ha detto...

Ciao Mauro,

La stampa dei riempimenti solidi è sempre piuttosto delicata, perchè molto può dipendere dalla stampante utilizzata.

In ogni caso fai attenzione ad utilizzare il comando MAPPLOTTRANSPARENCY (è una novità della versione 2009) per impostare su On la trasparenza durante la stampa

Buon lavoro e buon week-end!
GimmiGIS

Mauro ha detto...

GRAZIE!!!!!!!! GRAZIE 1000!!!
Funziona!! iniziavo a disperarmi!!
La versione 2009 mi è arrivato nel momento giusto!!
Ancora grazie.
Mauro (AO)

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti.
E' la prima volta che visito questo blog e l'ho fatto perchè ho un problema.
In questo periodo collaboro con uno Studio di Ingegneria di un collega che ha appena installato Autocad Map 3D 2008.
Quando si inseriscono immagini raster Geotiff con il classico comando Map>Immagine>Inserisci tutto va bene e l'immagine viene posizionata dove dovrebbe, ma se si utilizza la metodologia FDO l'immagine viene immessa in una posizione e con delle dimensioni completamente errate.
Per l'esattezza tanto il punto di inserimento quanto le dimensioni vengono moltiplicate per 100.
Le abbiamo provate tutte ma non siamo riusciti a risolvere il rpoblema.
Come mai?
Grazie e complimenti per il magnifico blog

GimmiGis ha detto...

Ciao Anonimo :-)

ho provato a guardare nella Knowledge Base Autodesk, che puoi consultare anche tu all'indirizzo www.autodesk.com/support.

Ho trovato due soluzioni agli indirizzi:

http://usa.autodesk.com/adsk/servlet/ps/item?siteID=123112&id=11780300&linkID=9240857

http://usa.autodesk.com/adsk/servlet/ps/dl/item?siteID=123112&id=10189158&linkID=9240618

Se non risolvi,prova a modificare dal pannello di controllo le impostazioni internazionali del sistema operativo, ed a porre come separatore decimale il punto al posto della virgola, e la virgola al posto del punto come separatore delle migliaia.

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Grazie GimmiGis.

Proverò a fare come mi hai descritto; nel frattempo ho proceduto come al solito con il comando imageattach, ma trovo che la tecnologia FDO sia da valutare attentamente per il futuro.
Per ora ho risolto il mio problema ma, non appena avrò un pò di tempo libero per provare le soluzioni che mi hai descritto, tornerò sul blog per farti sapere.
Ciao a tutti.

P.S. Mi registrerò al più presto: non l'ho ancora fatto per mancanza di tempo...e di pazienza.

leonardo ha detto...

Salve Gimmi, leggo spesso il tuo blog è lo trovo ottimo.
Il mio problema è il seguente: Utilizzo Autocad Map 3d 2009 quando inserisco dei file ECW e passo alla visualizzazione 3d la qualità del raster peggiora notevolmente, credo che non avvenga il ricampionamento di cui hai parlato prima, come posso risolvere?

GimmiGis ha detto...

Ciao Leonardo,

Grazie, cerco di fare del mio meglio...

Tieni presente che quando passi in 3D, inevitabilmente, la risoluzione dipende dal DEM che hai sotto.

Infatti tutte le coperture, sia raster che vettoriali, vengono proiettate sul DEM.

Quindi l'unica è cercare un DEM a più alta risoluzione.

Buon lavoro
GimmiGIS

GimmiGis ha detto...

Purtroppo ho notato che Map 3D 2010 (appena uscito, 5 giugno 2009) non si comporta molto bene quando si carica un raster in formato ECW e poi si va in un layout per la stampa.

Ho già segnalato il problema al Supporto Autodesk.

Tra pochissimo dovrebbe essere liberamente disponibile sul sito Autodesk, l’Object Enabler per Raster Design 2010 in italiano.

Una volta installato su Map 3D 2010 potrai caricare l’ECW con il comando:
Map >Immagine>Inserisci.

Questo penso ti permetterà di aggirare il problema, in attesa di una soluzione definitiva.

Altrimenti, se hai ancora Map 3D 2009, continua ad usarlo, per ora.

Del resto se hai il contratto di manutenzione(Subscription) attivo, puoi usare senza problemi le 3 versioni precedenti all’ultima.

Infine tieni d’occhio il Blog, sicuramente pubblicherò informazioni sulla soluzione appena disponibile!

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Ciao Gimmi ho un problema che mi è comparso da punto in biano:
quando voglio inserire un immagine georiferita su AutocadMap2009, andando in -Map-Immagine-Inserisci- non mi apre la cartella come prima faceva, ma dovrei scrivere il percorso di dove si trova il file, il chè diventa un pò difficile.
Lo stesso problema mi accade quando devo salvare il file, mi dice di scrivere dove lo devo salvare (come se dovessi digitare un comando). Spero che sia un problema risolvibile.
Grazie in anticipo

GimmiGis ha detto...

Ciao Anonimo,

Certo che è risolvibile, ti basta mettere a posto la variabile FILEDIA, che deve essere = 1.

FILEDIA è la variabile che controlla l'uso delle finestra di dialogo o della linea di comando quando si apre, o si inserisce, o si salva un file.

Per un qualche motivi ti si è posta = 0, che non va bene.
Probabilmente a causa di un qualche programma che si è interrotto in modo prematuro.

Tanto che ci sei, guarda anche la variabile CMDDIA che controlla le finestra di dialogo di tutti gli altri comandi.

Anche questa deve essere = 1

Buon lavoro
GimmiGIS

Agostino ha detto...

Ciao, volevo complimentarmi per gli articoli che hai scritto, molto chiari e ben fatti.
E' da solo una settimana che mi sono avvicinato al mondo di Autocad MAP. Sino ad oggi ho utilizzato Autocad 2010, anche a buoni livelli. In questo momento ho la necessita di lavorare con mappe georeferenziate. Ti scivo in quanto ho un "problema" che non riesco a risolvere. Ho delle mappe georeferenziate in formato tiff che mi sono state fornite dalla provincia di Frosinone.
Quando le inserisco in Map, il programma mi chiede il punto di inserimento. Ho provato a dargli come punto 0,0,0 però tale punto non è corretto.
Non sono sicuro che la procedura che sto utilizzando sia giusta, quindi mi chiedevo se potevi darmi un veloce consiglio. Puoi aiutarmi?

GimmiGis ha detto...

Grazie Agostino, lieto di essere utile!

Probabilmente stai usando il comando di AutoCAD, che non conosce la georeferenziazione

Se le mappe sono georeferenziate, contengono il punto di inserimento.
O internamente o in un file esterno con estensione .tfw.

Se usi il comando di Map 3D per inserire le immagini, e non quello di AutoCAD, la georeferenziazione viene riconosciuta.
Usa quindi il comando da tastiera:

_mapiinsert

Oppure, dalla barra multifunzione (area di lavoro basata sugli strumenti): Inserisci - Immagine

Se usi il menu, area di lavoro Map Classic:
Carta > Immagine > Inserisci

Buon lavoro!

Anonimo ha detto...

Buongiorno GimmiGis,
ho di nuovo bisogno dei tuoi preziosissimi consigli.

Premetto che mi sono accostato da poco al mondo di Autocad e in particolare sto utilizzando autocad raster design. Provo a riassumere il lavoro che ho fatto e quello che vorrei fare.

Dovendo georeferenziare delle immagini raster (che sono solo diagrammi di copertura nel senso che non sono immagini di territorio o simili) su un .dwg già georeferenziato ho utilizzato la funzione "corrispondenza" di raster design. Il risultato è soddisfacente ma vorrei andare oltre. Da buon ingegnere :) volevo sapere la fattibilità delle idee che mi sono venute in mente:

1 - Essendo presenti piu coperture su un singolo file raster, esiste un metodo per dissociare questi elementi, e gestirli singolarmente, direttamente su raster design? (se potessi inviarti un'immagine di esempio sarebbe più esplicativo)

2 - La suddetta dissociazione sarebbe fattibile se invece di un raster avessi un vettoriale? in tal caso come posso procedere alla conversione da raster a vettoriale?

Spero di essere stato chiaro,
Grazie in anticipo

Adriano

GimmiGis ha detto...

Ciao Adriano,

Non ho capito molto bene cosa contengono queste immagini raster.

Comunque sia Raster Design ha strumenti molto raffinati per trattare i raster, anche i singoli pixel.

Ad esempio puoi separare tutti i pixel di un certo colore dagli altri.

Però non capisco cosa intendi per "dissociare questi elementi".

Tantomeno nel caso vettoriale...

GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Salve GimmiGIs,
in effetti è poco chiaro.

Vediamo se posso darti un esempio. Ho dei diagrammi polari di alcune antenne in formato raster che devo georeferenziare per capire quali porzioni di territorio rientrano nella copertura. Ho un .dwg dell'Italia georeferenziato che uso come base per georegerenziare le coperture che sono raster. Questa immagine che ho trovato sul web (http://www.onemetre.net/Design/VPP/VPP.gif) può essere considerato un buon esempio di ciò che devo georeferenziare anche se naturalmente non è il mio caso specifico (l'unica differenza con i miei diagrammi è che nel mio caso le linee blu verde e viola sono tutte dello colore: rosse). Conoscendo le coordinate del centro del diagramma e la misura dei raggi delle singole circonferenze che compongono il diagramma ho già georeferenziato l'immagine utilizzando la funzione "corrispondenza" che vuole solo 2 punti. Quello che vorrei fare ora è gestire autonomamente i singoli diagrammi (che nell'immagine di esempio sono le singole linee azzurra verde e viola). è possibile separale anche su layer diversi per poi gestirle singolarmente? magari dandogli anche una quota visto che nel mio caso si riferiscono a quote diverse?

un'ultima curiosità; è da poco che uso autocad 2010 e non ne conosco ancora tutte le potenzialità. Lavoro parecchio con i layer non ho ancora capito secondo quale gerarchia se due layer sono accesi e attivi viene visualizzato sopra un layer piuttosto che un altro (per capirci in photoshop con i livelli quello in alto nell'elenco è anche quello che viene visualizzato sopra, quindi copre, i successivi). Ma soprattutto esiste una funzione che mi permette di gestire la trasparenza di un layer che sta sopra un altro in modo da poter intravedere anche quello sottostante?

Specifico che tutto ciò mi serve solo a scopo consultivo, cioè di visualizzazione, ovvero non devo salvare nessun progetto ne tanto meno stampare tavole.

Grazie dei suggerimenti. Buon lavoro,

Adriano

GimmiGis ha detto...

Ciao Adriano,

Sì, ora mi è chiaro.
Puoi seguire due strade:

- Creare nuove immagini, a partire da quelle che possiedi, separando i pixel in base al colore, con gli strumenti di Raster Design (Immagine - Elaboraz
ione immagine - Gestore tavolozza). Poi però devi di nuovo georeferenziare le nuove immagini, ovviamente mettendole su layer diversi, e se vuoi impedire che nascondano l'Italia sottostante applicare la trasparenza.

- Oppure, dopo aver georeferenziato le immagini, puoi vettorializzare i diagrammi disegnando delle polilinee su di essi. In questo caso potrai butare via le immagini e ti sarà facile mettere diagrammi differenti su layer differenti e poi gestirne la visibilità.

Infine l'ordine di visualizzazione degli oggetti: in un primo momento dipende dall'ordine con cui sono stati creati o inseriti nel disegno e non dai layers. Però puoi modificarlo facilmente selezionando l'oggetto, premendo il tasto destro del mouse e scegliendo sotto Ordine di visualizzazione l'opzione migliore.

Buon lavoro
GimmiGIS

orsino ha detto...

Ciao, sto verificando un problema con autocad map 2009 nella gestione degli ecw quando genero i layout di stampa. Inoltre non ho capito se, nel caricare i file ecw, posso assegnarli ad un determinato layer, come faccio per le immagini caricate con il comando map>immagine>inserisci. Infatti se spengo il layer dove penso di aver caricato gli ecw, questi restano visibili.

GimmiGis ha detto...

Ciao Orsino,

Il primo consiglio è quello di aggiornare il tuo Map 3D 2009 con l'ultimo Update (service pack) disponibile, che è il 3.

In un altro mio articolo trovi tutti i link e le istruzioni.

http://map3d.blogspot.com/2009/07/update-3-per-autocad-map-3d-2009.html

Se carichi gli ECW con FDO, questi non seguono i layer tradizionali di AutoCAD. Per spegnerli e/o accenderli devi usare il Riquadro attività, scheda Gestione visualizzazioni.

Altrimenti puoi installare l'Object Enabler di Raster Design, come spiego in questo articolo, inserire gli ECW con il comando Mapiinsert. In questo modo puoi gestirli con i layer tradizionali di AutoCAD.

Buon anno!
GimmiGIS

orsino ha detto...

Grazie GimmiGis,
i tuoi consigli mi sono stati molto utili.
Una curiosità: le due modalità di inserimento che hai indicato sono equivalenti in termini di gestione del file (in particolare per quanto riguarda la velocità di visualizzazione)?
Grazie ancora e buon anno anche a te.

GimmiGis ha detto...

Ciao Orsino,

Bene, sono contento.
Se vuoi le prestazioni migliori connetti le immagini raster con FDO.

Tra l'altro sto giusto ultimando la lezione 2 del Manuale di AutoCAD Map 3D per GEOforUS. E' proprio dedicata alla gestione dei raster.

Tieni d'occhio il Blog, spero che la prossima settimana la lezione possa essere pubblicata.

Buon lavoro
GimmiGIS

Marco Lucky ha detto...

Salve, mi chiedevo se è possibile, dopo aver sovrapposto un'ortofoto e una mappa catastale, esportare il tutto in un'unica immagine TIFF o JPG o ecw creando il rispettivo file di georeferenziazione .TFW ..ecc grazie!

GimmiGis ha detto...

Ciao Marco,

Direi di sì: non è banale ma si può fare.

Prima di tutto, con Map 3D puoi stampare ortofoto + catastale in Jpg o Tif.
Fai attenzione alla risoluzione di stampa.

Poi inserisci l'immagine così ottenuta nel progetto e la georeferenzi con Raster Design.

Infine, sempre con Raster Design salvi il Tif + Tfw

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Buonasera!
Ho effettuato il mergering di una ortofoto con autocad map e ho bisogno di esportarla in photoshop. Utilizzando la stampante postscriplevel1 plus, ottengo una immagine di qualità scadente e piuttosto sgranata: c'è modo di modificarne la risoluzione? Oppure devo adottare un'altra modalità di stampa? Intanto complimenti pre il blog, immensa fonte di aiuto!
Davide

GimmiGis ha detto...

Ciao Davide,

Sì, nelle impostazioni della stampa raster puoi definire la risoluzione.
Ti consiglio di stamparla in Jpg, però prima imposta la risoluzione massima.
Oppure, utilizzando Raster Design, poi salvare l'ortofoto in Tif.

Grazie, lieto di essere utile: questo blog però è fermo da tempo, mi trovi nel mio nuovo Blog all'indirizzo:
www.gisinfrastrutture.it

Buona lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Grazie per la risposta, approfitto della sua disponibilità: nella finestra di stampa quale stampante dovrei selezionare? va bene la postscript level 1? Ho provato con la massima risoluzione concessa (300DPI) ma il problema persiste. Spero mi possa esse d'aiuto! Grazie ancora, davide.

GimmiGis ha detto...

Ciao Davide,

Facciamo una bella cosa: lascia questo commento nel nuovo Blog, sotto l'articolo simile a questo:

http://www.gisinfrastrutture.it/2011/04/immagini-raster-ecw-mrsid-jpeg2000/

Sarò lieto di risponderti lì!
GimmiGIS