27 giugno 2006

10 motivi passare da AutoCAD a Map 3D


Modello digitale del terreno della Valtellina (Sondrio) in Autodesk Map 3D

Bene, come hai già visto nel Post del 21 giugno, abbiamo messo a disposizione addirittura un CD-Rom, per spiegarti i vantaggi che Autodesk Map 3D può portare agli utilizzatori di AutoCAD.

Questi vantaggi vengono illustrati in un filmato-intervista, che troverai nel CD-Rom: vale la pena di anticiparli qui:

  1. Passare da AutoCAD ad Autodesk Map 3D
    permette di non perdere nulla delle funzionalità CAD,
    pur entrando nel vasto mondo della cartografia e del GIS.
    In molti casi questo passaggio è inevitabile: solo con
    Autodesk Map 3D è possibile utilizzare in modo
    professionale le informazioni geografiche in formato
    digitale: come ad esempio strumenti urbanistici, fogli
    catastali, carte tecniche, ortofoto e così via.
  2. Solo con Autodesk Map 3D è possibile scambiare questi
    dati tra enti diversi e con i professionisti, superando i
    problemi legati all'uso di formati diversi.
    Con la nuova Release 2007, Map 3D non solo importa
    ed esporta i principali formati GIS, ma accede
    direttamente ai dati basati su file ed anche su
    geodatabase.
    Per esempio posso aprire, modificare e salvare file
    Shape, così come progetti basti su Oracle Spatial,
    ArcSDE e perfino MySQL.
  3. Autodesk Map 3D permette di risparmiare molto
    tempo nella gestione di un progetto cartografico:
    per esempio permette di utilizzare molte cartografie
    contemporaneamente, di estrarre da queste i dati
    necessari sulla base di condizioni spaziali ed
    alfanumeriche, e poi di applicare a questi dati uno
    stile di rappresentazione o un tematismo..
  4. Anche la trasformazione di cartografie da un sistema
    di coordinate all'altro non è un problema.
  5. Quando è necessario utilizzare cartografia mista raster
    e vettoriale Autodesk Map 3D presenta importanti
    vantaggi, supportando i nuovi formati raster compressi
    e riconoscendone automaticamente la posizione nello
    spazio.
  6. Grazie ad Autodesk Raster Design, potente modulo
    aggiuntivo, è possibile modificare, ritagliare,
    georeferenziare, vettorializzare, trasformare da un
    sistema di coordinate all'altro la cartografia raster.
  7. Autodesk Map 3D permette di ottenere risultati nuovi
    a partire dai soliti dati CAD uniti a dati alfanumerici:
    ad esempio può collegare tabelle di database alle
    cartografie, e su questa base effettuare ricerche e
    creare automaticamente carte tematiche.
  8. Non mancano importanti strumenti di analisi:
    la costruzione delle topologie, per esempio, permette
    di effettuare analisi di percorso minimo su reti e di
    overlay su poligoni.
  9. Come dice il suo nome, Map 3D possiede nuovi strumenti
    per l'analisi e la simulazione tridimensionale: grazie
    all'utilizzo dei modelli digitali del terreno (DEM),
    come illustrato nella figura all'inizio di questo Post,
    rende possibile analisi di altitudine, esposizione e
    pendenza, e la simulazione tridimnsionale dei progetti.
  10. Solo con Autodesk Map 3D il professionista può avere
    a disposizione uno strumento completo che lo rende più
    competitivo e veloce, mentre la Pubblica Amministrazione
    può essere in grado di offrire un servizio migliore ai
    cittadini e dialogare perfettamente con le altre
    amministrazioni ed i professionisti stessi.

A questo punto il consiglio è quello di richiedere il CD-Rom "Dal CAD al GIS" per capirne di più facendo clik qui

A presto
GimmiGIS

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Sono un geometra e sto imparando Autodesk Map 3D. Una volta che inserisco immagini raster di una carta tecnica regionale, posso vettorializzarla, oppure è necessario avere come supporto perforza Autodesk Raster Design?.
Come si vettorializza un immagine con Autodesk Map 3D, se è possibile?.
Distinti Saluti
Alessandro

GimmiGis ha detto...

Ciao Alessandro,

Con il solo Map 3D puoi usare la Carta tecnica come sfondo e disegnare gli oggetti vettoriali su di essa. Se la carta è georeferenziata, gli oggetti disegnati avranno le dimensioni reali (in metri) e saranno nel giust sistema di coordinate. Se invece hai bisogno di modificare il raster (ad esempio ritagliarne una parte, o unire più fogli...), di poter eseguire snap sui punti notevoli del raster, o addirittura vuoi strumenti che ti aiutuno a vettorializzare in modo assistito il raster, allora hai bisogno di Raster Design. Ho dedicato un articolo a questo software all'indirizzo http://map3d.blogspot.com/2006/11/autodesk-raster-design.html

Buon lavoro

EMANUELA ha detto...

Ciao GimmiGis,
sono architetto ma mi occupo di pianificazione territoriale.
Il programma che usiamo noi in studio è quello che fornisce ai comuni la Regione Veneto, cioè Gemedia. Purtoppo costa tantissimo e in più è legato alla macchina fornita dagli stessi comuni. Volevamo "affrancarci" e passare a Map 3D, le funzionalità sono le stesse tra i due programmi? E la spesa quanl è?
Grazie e buon lavoro.
Emanuela

GimmiGis ha detto...

Ciao Emanuela,
Scusami il ritardo nella pubblicazione ma sono stato molti giorni fuori ufficio. Conosco la situazione della Regione Veneto che "propone" (o impone?)Geomedia ai comuni. Penso che con Map 3D si possano tranquillamente ottenere gli stessi risultati, ti consiglio di farti affiancare da un Rivenditore Autorizzato Autodesk che potrà fare un'analisi dettagliata al riguardo ed informarti sui costi, che sono sicuro sono molto più vantaggiosi. Se vuoi scrivimi per email, ti potrò fornire maggiori informazioni