01 febbraio 2007

Nuova Release 1.1.0 di MapGuide OS


Il nuovo logo della Fondazione Open Source Geospatial

Dopo neanche sei mesi, eccomi ad annunciarti una nuova Release di MapGuide Open Source.
Le novità principali stanno nel supporto .NET e di FDO 3.2.0 e soprattutto del formato KML, che permette di mostrare su Google Earth i layers di MapGuide.
Trovi tutti i dettagli nel documento Release Notes.
Tutto il software è scaricabile dal sito della fondazione Open Source Geospatial, nella pagina dedicata a MapGuide.
Le prossime Release sono previste per aprile/maggio (1.2) e settembre/ottobre (1.3), se vuoi più dettagli puoi guardare la Roadmap di MapGuide
Se vuoi rinfrescarti le idee su MapGuide poi leggere il mio articolo:
Il mio primo MapGuide
Se vuoi vedere una applicazione italiana prova a guardare:
GIS in Calabria
Se infine vuoi sapere proprio tutto su MapGuide scegli nella colonna di destra della prima pagina del Blog l'etichetta MapGuide, oppure vai sul sito Autodesk www.mapguide.com

Buona serata
GimmiGIS

2 commenti:

John Coltrane ha detto...

Buongiorno Sig Perego, faccio l'informatico e da qualche tempo (per esigenze lavorative) mi sono avvicinato al mondo del GIS, partendo praticamente da 0.
Mi sono ovviamente imbattuto nel suo Blog e ho praticamente sempre trovato risposta a tutta una serie di quesiti e curiosità che in qualche modo coinvolgono il mio lavoro. Mi sono avvicinato al mondo GIS open source (MapGuide) e ne ho apprezzato le enormi potenzialità in continua evoluzione e l'incredibile produttività, ed è proprio per questa ragione che vorrei farle alcune domande in merito.
Vorrei partire con gli obiettivi delle mie domande così sarà più semplice capire qual'è la strada più idonea per raggiungerli. In pratica dovrei "tirare su" un sistema di visualizzazione/analisi GIS su una intranet all'interno del quale dovrebbero confluire 3 tipologie diverse di dati:
- immagini raster (tiff) (CTR/Ortofoto)
- vettori (shp) (PRG e altri strumenti urbanistici)
- dati alfanumerici (db oracle)
tutto ovviamente con riferimenti geografici precisi ma senza dovermi mai occupare della fase di editing, cioè dovrei gestire raster e vettoriale già georiferiti con stesso datum e sistema di coordinate. Ho visto su internet che si possono fondamentalmente "sposare" 3 diverse filosofie
1- totalemte open source (grass, mapserver etc...)
2- la filosofia ESRI
3- la filosofia AUTODESK
Inizialmente avevo pensato anche a Mapinfo, l'ho utilizzato e mi è anche servito, ma il suo motore di pubblicazione web non mi è sembrato particolarmente performante così come la gestione dei dati su db enterprise, mi è sembrato comunque un ottimo e leggero strumento stand-alone più votato forse al geomarketing.
Ho analizzato le proposte ESRI ma le ho reputate eccessivamente costose (Oracle+ArcSDE+ArcIMS) anche se sembrano quelle leader del mercato, per cui ho rivolto la mia attenzione al mondo Autodesk.
In pratica mi chiedevo se l'infrastruttura equivalente dovrebbe essere ORACLE+MAPGUIDE STUDIO+MAPGUIDE OPEN SOURCE omettendo MAP 3D proprio perchè il materiale da pubblicare dovrebbe essere già editato.
Il mio dubbio è se MAPGUIDE STUDIO si occupa sia dell'authoring che, tramite la tacnologia FDO, di dialogare con oracle spatial (inserimenti di dati raster e vettoriali all'interno del db) in modo da permettere al motore di pubblicazione open source di "caricarli" direttamente dal db senza dover gestire i package su file system.
Questo è l'aspetto che più mi interessa, poichè è fondamentale per me che i dati una volta inseriti nel db e gestiti in layer possano essere visualizzati da MapGuide Open senza il caricamente nella directory repository ma direttamente "attingendo" dal db oracle e questa funzionalità non ho capito se è prerogativa solo della versione commerciale.
L'ultima domanda riguarda invece se è il caso di acquistare ortofoto di tutto il territorio nazionale da gestire "in locale" per poter essere pubblicate da MapGuide insieme ai miei dati vettoriali o se non sia il caso di rivolgermi a Google (licenza Earth Enterprise) per ottenere una base cartografica "coerente" lato server su cui sovrapporre i miei dati vattoriali, in questo caso però abbandonando l'idea MapGuide open source che è sicuramente in grado di pubblicare i propri dati su google, ma non credo li possa integrare all'interno del proprio visualizzatore.
Spero di non essere stato troppo sintetico e di essere stato abbastanza chiaro nell'esposizione dei miei dubbi.
Ad ogni modo la ringrazio anticipatamente se avrà la voglia... e la forza per rispondermi :-)

GimmiGis ha detto...

Buongiorno John,
Sono contento che il Blog le sia stato utile e che abbia apprezzato le potenzialità di MapGuide. Sicuramente per le sue esigenze la soluzione ESRI è molto costosa. Può costruire il suo sistema in ambiente Autodesk a costi molto bassi, anche se le devo dire subito che se i dati geografici (e non solo quelli alfanumerici) devono stare in Oracle Spatial, è necessario utilizzare Autodesk MapGuide Enterprise, la versione commerciale, perchè Autodesk non ha rilasciato Open Source
il Provider FDO per Oracle Spatial. I costi comunque sono molto bassi. MapGuide infatti è disponibile in due versioni:
MapGuide Open Source è liberamente scaricabile dal sito della Fondazione Open Source Geospatial (alla quale partecipa anche Autodesk) all'indirizzo www.osgeo.org .
Autodesk MapGuide Enterprise ed Autodesk MapGuide Studio sono invece prodotti commerciali che vanno acquistati, anche se il loro costo è molto basso. Rispetto a MapGuide Open Source aggiungono la localizzazione
in lingua italiana, l'accesso a dati Oracle Spatial e MS SQL Server, maggiori potenzialità nella gestione dei sistemi di coordinate e della cartografia raster ed una interfaccia molto più amichevole per l'authoring dellle mappe (MapGuide Studio). Inoltre Autodesk offre con questi prodotti la Subscription, che permette di ricevere gratuitamente gli aggiornamenti ed ottenere supporto tecnico.
Autodesk in realtà non chiede nulla per la licenza commerciale, ma prevede un costo obbligatorio di abbonamento, che chiama Subscription. Autodesk MapGuide Studio invece ha un costo di licenza proprio basso. Per ogni uteriore informazione commerciale la invito a rivolgersi ad un rivenditore autorizzato Autodesk
http://map3d.blogspot.com/2006/07/il-canale-qualificato-gis-isd-di.html
Se non c'è bisogno di effettuare editing in effetti Map 3D non è indispensabile, anche se tengo a sottolineare la sua capacità di pubblicare direttamente i dati dal suo interno al Server di MapGuide (Open Source o Enterprise).
Sì, MapGuide Studio è in grado di creare connessioni ai dati geografici di Oracle Spatial per la loro pubblicazione sul Web. Naturalmente non vengono trasferiti i dati, ma creata una connessione con i relativi parametri (Query e
stili di visualizzazione), dopodichè il Server MapGuide deve poter accedere al Server Oracle direttamente
Infine per quanto riguarda le ortofoto, è stata annunciata recentemente la possibilità di utilizzare con MapGuide
la base Google Earth.
Dettagli sull'interfaccia con Google Earth (in inglese):
http://wiki.osgeo.org/index.php/MapGuide_RFC_4_-_KML_Support
La stessa funzionalità verrà quindi introdotta in Autodesk MapGuide Enterprise 2008, che ci aspettiamo esca a maggio.