19 febbraio 2009

Mappe digitali Tele Atlas



Se giorni fa mi hai visitato su Facebook, avrai notato che alla domanda Che fai in questo momento? Ho risposto Preparo aggiornamenti dati Multinet di Tele Atlas.

A questo punto, se già non li conosci, è lecito tu ti chieda cosa sono questi dati Multinet.
Anche perchè sono molto utili, soprattutto in Italia, dove scarseggiano le fonti pubbliche di dati geografici. Visto che li conosco e li uso da molti anni, provo a spiegartelo.

Cominciamo da Tele Atlas: probabilmente nei hai sentito parlare,a proposito dei CD che vengono utilizzati in molti navigatori satellitari GPS sulle automobili, e sempre più spesso personali, come TomTom. Bene, questi CD contengono mappe geografiche digitali, ma in formati proprietari e compressi, quindi sono utilizzabili solo dal navigatore specifico per cui sono stati acquistati. Puoi aver notato Tele Atlas anche nella piccola scritta del Copyright quando navighi via Internet nelle cartografie di Google Maps, o Google Earth, o ViaMichelin. Anche questi famosi siti utilizzando le mappe digitali di Tele Atlas.

Bene, ma se hai bisogno di queste mappe per costruire una cartografia? Ad esempio per la toponomastica o per il catasto strade. Oppure per dare informazioni turistiche, gestire flotte di automezzi, fornire indirizzi e percorsi stradali ottimali, e molto altro ancora...
Allora Multinet di Tele Atlas è quello che ti occorre, perchè ti fornisce tutte le informazioni geografiche necessarie, già pronte.


Rappresentazione della rete stradale attraverso un grafo di archi e nodi

Multinet infatti è il nome delle mappe geografiche digitali prodotte da Tele Atlas per l'uso nella cartografia e nei sistemi informativi territorali.

Multinet è disponibile per tutta l'Italia, suddivisa per province oppure in 10 macro-regioni.

Inoltre è disponibile anche per tutta l'Europa, compresa la Russia, per gli Stati Uniti, ed il database geografico è in continua espansione negli altri paesi emergenti.


Copertura di Multinet Tele Atlas per l'Europa e la Russia e suddivisione in macroregioni

Multinet viene distribuito in formati assolutamente standard: Shapefile ed Oracle Spatial.

Il sistema di coordinate originale è Latitudine - Longitudine WGS 84, ma è facilmente trasformabile nei sistemi italiani, Gauss Boaga ed UTM.

Quindi Multinet è una ottima fonte di dati GIS, ed il bello è che, sia in formato Shapefile che in formato Oracle Spatial, grazie alla tecnologia FDO è immediatamente utilizzabile con AutoCAD Map 3D e con MapGuide. Oltre naturalmente a tanti altri software GIS della concorrenza.


Cartografia in AutoCAD Map 3D basata sui dati Multinet

Nello specifico, Multinet contiene tutte le strade che siano percorribili da un'auto o che abbiano un nome. Ogni strada, o meglio ogni arco stradale, possiede una quantità molto grande di attributi, dal nome alla forma fisica, dalle restrizioni d'accesso alla sua classificazione in base all'importanza, fino ai numeri civici.

Oltre alle strade, Multinet contiene tutti i confini amministrativi, (comuni, province, regioni, stati), i confini dei Codici di Avviamento Postale, CAP, le località, i fiumi ed i laghi, le ferrovie, le aree urbanizzate, e migliaia di punti di interesse, POI (aeroporti,stazioni, hotel, ristoranti....).

Infine è importante sapere che Multinet viene aggiornato continuamente. Sono previste 4 nuove versioni all'anno per i clienti chi sottoscrivono il contratto di manutenzione.

Dopo aver terminato, alcuni anni fa, la costruzione di Multinet in Italia ed in Europa, Tele Atlas ha avviato nuove attività di produzionedi mappe digitali. Si tratta di dati molto interessanti, perchè sono tutti rivolti alla rappresentazione tridimensionale: e qui il progetto di città digitali trova un ottimo aiuto!

Un primo nuovo prodotto è City Maps.

Disponibile per ora solo per le principali città europee, contiene principalmente i contorni degli isolati, che permettono un interessante arricchimento della cartografia, e soprattutto l'attributo della loro altezza media, che permette di costruire i primi modelli 3D "a blocchi" delle grandi città.


Isolati forniti da Tele Atlas in City Maps

Inoltre, per aumentare la riconoscibilità dei luoghi, alcuni monumenti delle città più importanti vengono già forniti con un modello tridimensionale più articolato, arricchito dalle immagini delle facciate.


Monumenti (landmark) forniti da Tele Atlas per le più importanti città europee

In futuro questa rappresentazione verrà estesa a tutti gli edifici visibili dalla strada, grazie ai camper TeleAltas che mi è già capitato di incontrare, proprio sotto il mio ufficio. Si tratta di una tecnologia molto interessante, perchè l'acquisizione delle immagini è stata automatizzata con l'uso di telecamere su tutti i lati e di sistemi di georeferenziazione sofisticati.


Camper Tele Atlas attrezzato per la rilevazione automatica delle strade e delle facciate

Infine è stato reso disponibile da poco il Modello digitale del terreno per tutta l'Europa, chiamato TeleAtlas DEM (Digital Elevation Model). Viene fornito sia in formato raster, sia come curve di livello vettoriali.


Modello digitale del terreno fornito da Tele Altas

Naturalmente posso utilizzare anche questi dati con AutoCAD Map 3D, se vuoi approfondire puoi leggere l'articolo che ho dedicato al tema.

Se vuoi vedere un filmato che mostra una passeggiata in 3D a Berlino con i dati Tele Atlas fai clic qui.




Alla prossima!
GimmiGIS

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao...
Grazie per le info preziose...
Se voglio mettere un feed rss nelle mappe???
Ad esempio booking.com con il mio id cliente

come posso fare

Qui un esempio utile

http://www.saltasullavita.com/baglioni/2009/22maggioroma.htm

nella cartina (utilizzata da booking l'esempio che vorrei fare io)

non so come...

grazie mille

Tony
clabber4864@yahoo.it

GimmiGis ha detto...

Ciao Tony,

L'inserimento di feed rss nelle mappe sulle mappe di google va un po' oltre le mie competenze.

Sicuramente devi usare un DB georiferito, e probabilmente da quello puoi generare il Kml che ti permette di visualizzare il feed sulla mappa Google.

Buona lavoro
GimmiGIS

Nicola ha detto...

Ciao GimmiGIS,
volevo chiederti un'informazione:
ho provato a chiamare teleatlas per richiedere qualche chiarimento sui loro dati e i relativi prezzi, ma il numero che si trova sul loro sito non è valido. Volevo sapere se tu avevi una mail o un'altro numero di telefono per contattarli.

Grazie GimmiGIS

GimmiGis ha detto...

Ciao Nicola,

Tel Atlas non vende direttamente i suoi dati ma attraverso dei rivenditori. E noi lo siamo :-)

Contattami pure per email, trovi il mio indirizzo nella colonna di destra sotto "Parliamone".

Posso rispondere alle tue domande.

Ti aspetto
GimmiGIS

mauri ha detto...

Ciao,
il mio studio ha aquistato un pacchetto dati Teleatlas in formato shape, ma ci sono molti dati in solo formato dbf. Come posso connetterli dato che non sono georeferenziati? Tipo i numeri civici, come faccio ad aggiungerli alla cartografia?
Grazie mille
Mauri

GimmiGis ha detto...

Ciao Mauri,

I .dbf fanno parte del formato Shapefile.

Questo formato infatti prevede che la parte grafica stia in un file .shp, gli attributi in un file .dbf e l'indica in un file .shx.
E poi ci sono altri file opzionali come i .prj.

Quando apri uno Shapefile con AutoCAD Map 3D o con un altro software GIS, in realtà apri tutti e tre. La grafica la vedi subito, gli attributi li trovi nella tabella dati (se hai connesso lo Shapefile con FDO - il bottone Dati - Connetti a dati) oppure nei dati oggetto, se hai importato lo Shapefile in DWG.

Buon lavoro
GimmiGIS

mauri ha detto...

Gentilissimo. Grazie per la risposta. Ma ciò che non riesco a comprendere è la presenza di file .dbf senza i relativi .shape e .shx. Per esempio il file ih.dbf, che dovrebbe essere una tabella di attributi, dove va a mettersi se non ha riferimenti geospaziali?
Approfitto della gentilezza per chiederti un'ulteriore delucidazione. Per analizzare distanze tra punti su una cartografia realizzata con Autocad Map, dopo aver connesso di dati Multinet, si deve sempre estrarre la geometria dell'entità geografica?
Molte grazie!
Mauri

GimmiGis ha detto...

Ciao Mauri,

Ho capito, ti riferisci ai .dbf "liberi" senza un equivalente .shp.

Si tratta di tabelle di dati di secondo livello, che possono essere collegate alle tabelle primarie attraverso appositi ID (identificatori).
Tecnicamente, puoi eseguire una Join.

Guarda nella documentazione Tele Atlas, dove trovi la struttura dei dati e quindi il significato di queste tabelle e la loro utilità.

Riguardo alla seconda domanda, sinceramente non ti capisco.
Puoi calcolare la distanza in qualsiasi momento, anche senza estrarre la geometria.

Buon lavoro
GimmiGIS

mauri ha detto...

Scusa non mi sono spiegata bene. Intendevo la possibilità di eseguire analisi su una rete stradale: ad esempio la distanza media tra le abitazioni di un comune e il più vicino esercizio pubblico.
Grazie ancora.
Mauri

GimmiGis ha detto...

Ciao Mauri,

Se usi le versioni più recenti di Map 3D, diciamo successive alla 2007, puoi effettuare analisi di buffer, ed utilizzare il generatore di espressioni per effettuare analisi direttamente sugli Shapefiles.

se vuoi calcolare i percorsi minimi o altre operazioni più evolute, allora sì, devi importare da Shp a Dwg e poi costruire la topologia.

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

BUongiorno Giovanni,capito qui per caso ma vedo che siete vicini alla mia soluzione. Non sono pratico di programmi e utilizzo Macintosh, sto cercando i pdf dei confini amministrativi delle province italiane. Per ora qui (http://temi.provincia.milano.it/servizio_cartografia/sito_7/index.html) ho trovato solo quella di Milano e di Monza. Dove posso recuperare tutte le altr, sempre in formato pdf e gratuite? Esiste un sito? Grazie mille per la disponibilità. Roberto Biembi

GimmiGis ha detto...

Buongiorno Roberto,

Purtroppo non ti so dire dove puoi trovare le provincie in PDF.

Qui le puoi trovare in Shapefile:
http://map3d.blogspot.com/2007/10/dati-istat-dellitalia.html

Poi però devi cercare qualcuno che te le stampi, usando AutoCAD Map 3D o un altro sw GIS

Buon lavoro
GimmiGIS