03 ottobre 2008

Webcast uso Shapefile con Map 3D



Se non sei riuscito a venire a Roma per la conferenza Autodesk, oppure se sei appena tornato, puoi approfondire un aspetto molto importante di AutoCAD Map 3D, restando comodamente nel tuo ufficio.

Puoi partecipare, infatti, alla prossima Webcast in cui ti illustrerò:

Uso, vestizione e modifica di Shapefile con AutoCAD Map 3D

Potrai vedere in che modo puoi caricare i tuoi dati GIS sovrapponendoli ai DWG, e soprattutto come puoi vestirli, tematizzarli e perfino modificarli, direttamente nel loro formato originale. Useremo il formato più comune, Shapefile di ESRI, ma le stesse operazioni possono essere compiute anche su altri formati come Oracle Spatial.

Come sai, la Webcast è una forma innovativa per assistere ad una presentazione. Basta collegarsi ad internet per la parte video e chiamare per telefono un numero verde per ascoltare l'audio in diretta. Ti aspetto quindi:

Martedì 7 ottobre dalle 11.30 alle 12.30


Per partecipare puoi già iscriverti, gratuitamente, facendo click qui o sul titolo della Webcast.

A martedì!
GimmiGIS

10 commenti:

aed ha detto...

Prima di tutto grazie per la presentazione, anche se ha sofferto di qualche rallentamento nelle immagini è stata molto chiara. Ti scrivo a riguardo del prossimo incontro sulla pubblicazione cartografica sul web. Vorrei sapere se verranno fornite informazioni più dettagliate sulle necessità lato server. Mi spiego meglio. Vorrei pubblicare dei dati, ma in rete non trovo nessuno che fornisca hosting/housing specifici per gis. Quindi capire cosè meglio e cosè necessario per installare i relativi software è un problema. Una soluzione potrebbe essere l'acquisto di spazio in hosting, ma quante risorse sono necessarie? Grazie del tempo concessomi.

GimmiGis ha detto...

Ciao Aed,

Sono contento che la presentazione di oggi sia stata utile.

Cercherò di tenere presente i tuoi suggerimenti nella preparazione della prossima Webcast.

Comunque non credo vi siano servizi di hosting specializzati per il GIS: quello che occorre per MapGuide è un buon server, con Windows Server o Linux. Per esempio sul mio portatile ho già degli ottimi risultati.

Un altro aspetto importante, se si prevede di avere molti accessi, è una buona banda in uscita.

Alla prossima
GimmiGIS

Roberto ha detto...

Ciao,
riprendo questo post perchè avrei bisogno di informazioni su alcune procedure per la vestizione di una carta.

Espongo il lavoro che avrei dovuto fare.
Da un file shp di poligoni, che rappresentano i comuni della mia zona, dovevo creare una carta in cui, mantenendo in evidenza i confini comunali, si evidenziavano delle macroaree, queste aventi i contorni coincidenti con quelli dei comuni. All'interno delle macroaree inoltre alcuni comuni avrebbero dovuto essere campiti e altri no.

Espongo il mio metodo di lavoro.
Inizialmente avevo provato a sfruttare il comando "unisci" del map2009, ma per molti comuni che presentano delle "enclavi" il comando non riesce a completare l'operazione.
Quindi ho proceduto diversamente; ho estratto le entità geografiche ed ho creato con un applicativo lisp le poligonali di contorno dei comuni (ma sempre con problemi per le enclavi che ho dovuto digitalizzare a mano).
Così facendo però non potevo più creare le macroaree se non copiando le polilinee per spezzarle e quìndi unire i tratti che interessavano il contorno. I tempi si sono allungati moltissimo.

Ovviamente ho perso l'utilità delle FDO, ma sinceramente non ho pensato ad altro modo più pratico.
Avevo anche pensato di creare tanti stili per evidenziare le macroaree ma si sarebbe creato il problema del contorno e sarebbe risultato laborioso per le risorse del pc.

caro Gimmi, hai qualche consiglio da darmi se in futuro dovessi trovarmi nuovamente situazioni di questo tipo (considerando che le macroaree possono modificarsi con il passare dei mesi e i comuni da campire potrebbero variare)
Grazie per l'attenzione.
ciao

GimmiGis ha detto...

Ciao Roberto,

Tieni presente che Map 3D gestisce un oggetto speciale, chiamato Poligono Mappa (MPolygon), pensato proprio per gestire correttamente quelle che chiami "enclavi", ovvero buchi e arcipelaghi.

Quindi puoi provare a sfruttare questo tipo di oggetto, invece delle semplici polilinee di AutoCAD.

Un altro strumento a disposizione è quello delle topologie.

Se costruisci la topologia poligonale sui tuoi comuni, (attenzione, è facile che prima sia necessario usare Correggi cartografia), poi puoi usare strumenti topologici (es. unione o intersezione) per generare quello che ti occorre.

Tieni presente che le topologie possono essere facilmente esportate in Shapefile ed anche loro gestiscono buchi e arcipelaghi.

Tutto questo per ora è disponibile nel formato DWG: aspettando che le topologie vengano implementate anche per FDO! :-)

Buon lavoro
GimmiGIS

Roberto ha detto...

Grazie,
effettivamente questi comandi non li avevo mai valutati attentamente e adesso sto cercando di prendere confidenza con gli stessi.
Utilizzando Mpolygon ho notato però le due seguenti cose:
1) se creo due diversi poligoni con riempimento unificando delle aree, non posso poi creare un poligono unico unendo i due già creati con il comando
2)quando creo un poligono con riempimento perdo il riferimento (contorno) delle aree che lo hanno generato e la cosa non va bene per il mio lavoro.

Grazie ancora per l'attenzione.
Buona serata.

GimmiGis ha detto...

Ciao Roberto,

1) Il Poligono Mappa, una volta creato, può essere modificato con gli strumenti che trovi nell'apposita toolbar di Map chiamata Poligono.
Per aggiungere una geometria basta scegliere modifica poligono e selezionare una polilinea. Quindi se si vogliono unire due poligoni, uno dei due va esploso per ricavarne la polilinea.

Invece è interessante notare i comandi Unisci e Dividi per lecoperturepoligonali caricate con FDO, ma questo è un altro discorso.

2) La scelta di vedere o meno il contorno viene effettuata, nella stessa toolbar Poligono con il comando Modalità di visualizzazione

buon lavoro
GimmiGIS

Roberto ha detto...

Scusa se insisto con questo argomento ma ci sto prendendo gusto a risolvere il mio lavoro con gli strumenti da te proposti.

Ho provato ad usare la topologia poligonale e mi da errore penso per la presenza di micropoligoni che sono riuscito ad individuare con l'apposita funzione.

Il problema è che non riesco ad eliminarli usando la correzione cartografia (ho diviso le intersezioni, sciolto gli pseudonodi e cancellato i duplicati).

Sapresti indicarmi la retta via? :)
Grazie.

GimmiGis ha detto...

Ciao Roberto,

Mi fa piacere che stai prendendo gusto nell'usare Map!

Hai provato ad usare il cancella oggetti corti, facendo molta attenzione alla tolleranza?

GimmiGIS

Ro ha detto...

Si, ho provato ad usare anche "cancella oggetti corti", ma effettivamente non riesco ad impostare bene la tolleranza; d'altronde pensavo che così facendo rischierei di cancellare entrambi i lati del micropoligono (o no?!) mentre uno dovrei mantenerlo per creare la polilinea di "confine" tra i due comuni.

Riguardo ai comandi Unisci e Dividi con i poligoni caricati con FDO, forse non ero stato chiaro, ma è stato il passo che ho provato e quello che mi ha dato problemi con le isole, i buchi, etc.

Grazie, buon lavoro.

Roberto

GimmiGis ha detto...

Ciao Roberto,

Fai una prova (su di una copia,naturalmente): cancella gli oggetti corti senza preoccuparti del "confine" e poi con "Estendi oggetti con distanza" dovresti riuscire a richiudere i poligoni eventualmente rimasti aperti

Buon lavoro
GimmiGIS