15 dicembre 2008

AutoCAD su Mac!


Sul suo Blog Between the lines, Shaan Hurley assicura che funziona.

Duranta l'Autodesk University, appena terminata, ha provato con successo AutoCAD 2007, 2008 e 2009, sia con la tecnologia Apple Bootcamp, sia negli ambienti virtuali VMWare Fusion e Parallels Desktop. Con Apple Bootcamp AutoCAD è più veloce, ma il Mac va avviato appositamente con Windows, mentre negli ambienti virtuali può essere utilizzato in una finestra del sistema operativo Mac OSX.

Purtroppo non ho notizie di test con il nostro amato AutoCAD Map 3D, che come sai permette di usare AutoCAD e di aggiungere molte potenti funzionalità GIS. Vedremo.

Shaan ha incontrato solo un problema nell'attivazione della licenza, legata alla presenza di un disco esterno, ma ha trovato la soluzione. In caso di problemi ti basta avviare il Mac con il disco esterno scollegato, per poi collegarlo quando il Mac ha terminato il boot.

Attenzione: AutoCAD è ufficialmente supportato solo su Windows XP e Vista, come puoi leggere qui. La regola sacra, infatti, è che tutto quello che non è indicato esplicitamente nei requisiti di sistema non è supportato. Quindi fai attenzione, solo il tempo potrà dirci se in futuro AutoCAD sarà supportato ufficilamente con Apple Bootcamp o negli ambienti virtuali.

Però, se funziona...

Buona settimana
GimmiGIS

4 commenti:

Guido ha detto...

Si, è vero, funziona.
Alcuni dei nostri studenti all'università hanno il Mac, attratti sicuramente dall'aspetto estetico, dall'ottimo marketing e da un prodotto tutto sommato molto interessante.
Ai corsi nei quali "tocca" usare AutoCAD e i suoi derivati, molti usano BootCamp (ma qui si tratta solo di usare un Mac come uno dei vecchi "cloni" PC di 15 anni fa: di fatto si installa una copia di windows regolare (per cui tutto funziona come su un altro PC..).
Qualcuno invece esplora la virtualizzazione: ci sono prodotti su mac che, diversamente da come fanno i vari VMWare o Virtual PC su Windows, sembrano integrarsi (è solo un effetto di interfaccia grafica) perfettamente nel MacOS: si vede solo la finestra dell'applicativo.
Che dire, funzionano..
Vanno un po' più lenti (come utti i software su emulatore), ma per chi non vuole rinunciare a usare il MacOS e occasionalmente devono usare qualcosa (AutoCAD, per esempio, insieme a molti software tecnici), la soluzione c'è, senza comprare un altro computer compatibile..

GimmiGis ha detto...

Grazie, Guido.

La tua conferma è importante.

Alla prossima
GimmiGIS

alessio ha detto...

A proposito di virtualizzazione, vi è anche VirtualBox soluzione opensource e free con la quale ho virtualizzato windows XP sia su Mac che su Linux dove ho installato con successo AutocadMap 3D 2009.

http://www.virtualbox.org/

ciao a tutti e buon natale

Alessio

GimmiGis ha detto...

Ottimo, Alessio!

Grazie, Linux è importante, per esempio ricordo a tutti che MapGuide, gira nativamente su Windows e su Linux. Poter avere Map3D, anche se virtualizzato, su Linux può essere molto utile.

Buon lavoro
GimmiGIS