19 aprile 2010

AutoCAD Map 3D 2011


Bene, dopo un piccolo antipasto dedicato ai Requisiti di sistema, eccomi a presentarti le novità della nuova versione 2011 del nostro amato AutoCAD Map 3D. Quest'anno le informazioni sono disponibili per tempo, grazie anche all'aggiornamento del sito Autodesk in italiano: puoi arrivare subito alla pagina dedicata al nostro software preferito con questo link diretto: www.autodesk.it/map3d.
Tutte queste novità, naturalmente, saranno disponibili anche in AutoCAD Civil 3D 2011, che uscirà poco dopo Map 3D.

Prima di tutto è bene che tu abbia ben chiaro un aspetto fondamentale. AutoCAD Map 3D, come dice il suo nome, contiene interamente AutoCAD.


Quindi puoi approfittare di tutte le novità contenute nella nuova versione del CAD più utilizzato nel mondo. In particolare penso che ti torneranno molto utili:
  • La trasparenza dei layers, dei blocchi e degli oggetti CAD. Noi sui layer GIS/FDO l'abbiamo già scoperta da un paio di versioni :-) ma ora è stata introdotta anche gli oggetti CAD.
  • I miglioramenti negli strumenti di modifica alle polilinee, che ti permettono, ad esempio, di aggiungere nuovi vertici o rimuoverli utilizzando i Grips.
  • I miglioramenti nei tratteggi e nei gradienti: ora puoi aggiungere ai tratteggi un colore di sfondo, hai nuovi grips per modificarli, puoi metterli in secondo piano con un solo clic
  • Gli strumenti salva-tempo, introdotti sulla base delle richieste degli utenti AUGI, l'associazione internazionale degli utenti Autodesk, per facilitare il lavoro pratico. Ad esempio puoi isolare gli oggetti selezionati per vederli e manipolarli meglio, puoi selezionare oggetti simili e creare nuovi oggetti sulla base delle proprietà di oggetti esistenti, agganciarti con lo Snap a punti interni ai Blocchi.
  • Il supporto della Nuvola di punti da Laser Scanner che in Map 3D già conosciamo,allinea AutoCAD a questa nuova tecnologia, ma tieni presente che Map 3D gestisce questi dati in modo molto più evoluto, come leggerai tra poco.
Puoi approfondire, trovi qui tutte le novità di AutoCAD 2011
Inoltre puoi leggere qui un riepilogo analitico delle differenze tra le ultime quattro versioni di AutoCAD: 2008, 2009, 2010 e 2011, e scaricare un documento che descrive le differenze con AutoCAD LT.


Infine puoi scaricare liberamente il Booklet di Lynn Allen su AutoCAD 2011 dal suo Blog.


Bene, venendo al sodo. Il nuovo AutoCAD Map 3D 2011 è stato rilasciato, come la 2010, sia in versione a 32 bit che in versione a 64 bit, ed ora supporta pienamente Windows 7. Puoi sfruttare i migliori PC e tutta la RAM che vuoi! Leggi il mio articolo sui Requisiti di sistema per maggiori dettagli,.

Per quanto riguarda le nuove funzionalità, riguardano 3 aspetti fondamentali: l'uso dei dati Geospaziali, l'analisi e la pianificazione, la pubblicazione dei dati.

1. Uso dei dati Geospaziali

Prima di tutto troverai integrati nella nuova versione 2011 gli strumenti per la gestione di Nuvole di punti provenienti da Laser Scanner LiDAR. E' un argomento di cui ti ho scritto molto diffusamente, a partire dal rilascio dell'estensione per la versione 2010, che ho poi testato in questo articolo.

Ora puoi provare anche tu, scaricando i dati LiDAR di prova in formato LAS che Autodesk ha reso disponibile qui.

Una volta caricate ed indicizzate, queste Nuvole di punti possono essere filtrate, classificate, sottoposte a query, e soprattutto da essere puoi creare il tuo DEM (Modello digitale di elevazione).
Come sai, il DEM è un oggetto raster tridimensionale, adatto a rappresentare vaste porzioni di territorio. E' utile sapere che se invece dalla tua Nuvola di punti vuoi creare una Superficie 3D di tipo TIN (triangoli vettoriali), lo puoi fare con AutoCAD Civil 3D 2011, come ti ho appena mostrato qui.

Inoltre con Map 3D 2011 puoi creare DEM a partire da punti, curve di livello e molti altri oggetti ancora, puoi decidere se salvarli in formato ASC (quello di ESRI per intenderci) oppure Geotiff, ed infine, grande ed utile novità, decidere la dimensione dei pixel. Una volta creato il tuo DEM, puoi generare le curve di livello, creare mappe di pendenza ed esposizione, proiettare su di esso non solo ortofoto ed immagini satellitari, ma anche layer vettoriali, fino a realizzare analisi di allagamento. E scusa se è poco.

Un'altra novità importante riguarda i Provider FDO. Questi Provider sono le componenti software che ti permettono di accedere con AutoCAD Map 3D direttamente ai dati GIS, come ad esempio Shapefile, SDF, cartografia raster, geodatabase Oracle Spatial ed ArcSDE e così via.

Bene, ora sono pronti i nuovi Provider per ESRI® ArcSDE® v 9.3.1, Microsoft® SQL Server® 2008 Service Pack 1, e soprattutto PostGIS 1.3 ed SQLite. I primi due sono degli aggiornamenti di Provider già esistenti, gli altri due sono nuovi e molto interessanti.

I Provider FDO disponibili nella versione 2010 di AutoCAD Map 3D.
Fai clic sull'immagine per ingrandire.

Come sai, AutoCAD Map 3D è da anni aperto al mondo Open Source, grazie alla sua tecnologia FDO.
PostGIS, l'estensione spaziale di  PostgreSQL è tra i numerosi applicativi Open Source utilizzati in ambiente GIS tra i più significativi. Si tratta di un potente database, alternativo, per intenderci ad Oracle ed a Microsoft SQL Server. Il Provider FDO per PostGIS era già disponibile in versione Open Source, ora verrà fornito insieme ad AutoCAD Map 3D.

SQLite invece è un piccolo motore database di pubblico dominio che può permettere di sostituire, per esempio, il classico Access di Microsoft. Ad esempio quando utilizzi i sistemi operativi a 64 bit, per i quali Microsoft non sembra intenzionata a rilasciare i driver ODBC che ti permettono di accedervi. Strane scelte, queste di Microsoft, mah.

2. Analisi e pianificazione

Nella versione 2010 hai già visto l'introduzione di uno strumento di analisi formidabile: l'Overlay sule entità geografiche. Grazie a questo strumento, si è completata la dotazione di base per l'analisi GIS, che già comprendeva Buffer e Join. Bene, l'analisi di Overlay nella versione 2011 è stata migliorata, introducendo la possibilità di utilizzare contemporaneamente fino a decine di migliaia di oggetti geografici.

Inoltre hai ora la possibilità di visualizzare contemporaneamente le coordinate di più sistemi di riferimento: ad esempio puoi visualizzare sulla tua mappa UTM le coordinate Lat-Long e quelle Gauss-Boaga.

Un altro strumento introdotto nella versione 2010 ed ora fortemente migliorato è quello chiamato Flussi di lavoro (Workflow), basati sullo standard Microsoft. I Flussi di lavoro ti permettono di automatizzare le operazioni ripetitive senza dover utilizzare linguaggi di programmazione. Puoi semplicemente definire in modo grafico la procedura che desideri venga eseguita. I Flussi di lavoro nella nuova versione possono connettersi a qualsiasi fonte dati, utilizzare comandi di AutoCAD, modificare lo Stile dei layers FDO ed eseguire analisi.

3. Pubblicazione dei dati

Grazie alla versione 2011 puoi aggiungere automaticamente nei tuoi Layout di stampa Griglie e Reticolati, e creare le relative etichette. Per ora viene citato lo standard militare USA, MGRS, ma stiamo indagando con i tecnici Autodesk per capire l'applicabilità di questo nuovo comando agli standard IGM italiani.

Bene, spero di averti dato un primo quadro introduttivo delle novità di AutoCAD Map 3D 2011, sulle quali naturalmente tornerò nei prossimi mesi per approfondimenti mirati.

Tieni presente che AutoCAD Map 3D 2011 è già disponibile in lingua inglese, e da qualche giorno puoi acquistare la versione 2010 in italiano comprensiva dell'aggiornamento gratuito alla versione 2011 e del contratto di manutenzione Subscription per un anno.

Se vuoi testare le nuove funzionalità della versione 2011 puoi scaricare la versione di prova in inglese, a 32 bit oppure a 64 bit. Per 30 giorni, potrai provare il software, senza alcuna limitazione.

Se sei un fortunato possessore del contratto di manutenzione Autodesk Subscription, tieni d'occhio il tuo sito Web riservato, il Subscription Center: potrai scaricare direttamente la versione 2011 in italiano oppure riceverai la scatola appena disponibile, probabilmente nella seconda metà di maggio. Autodesk provvederà ad avvisarti per email.

Intanto però puoi già scaricare l'estensione per la versione 2010 che ti permette la gestione della Nuvola di Punti da Laser Scanner Lidar.

Buon divertimento con AutoCAD Map 3D 2011!
GimmiGIS

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Ho un piccolo problema che mi complica il lavoro con autocad Map 3d 2009; non riesco ad aprire i dwg da File > Apri.

Quando provo ad aprire un file mi compare sotto nella riga di comando con la richiesta del nome del file da aprire.

Non esiste un modo per aprire le diverse cartelle memorizzate e selezionare il file da aprire?

Grazie,
Doriana

GimmiGis ha detto...

Ciao Doriana,

Per un qualche motivo 8di solito un programma interrotto bruscamente) ti è andata fuori posto una variabile.

Alla riga di comando scrivi FILEDIA, e controlla sia = 1. Altrimenti modificala.

E' la variabile che controlla l'apertura delle finestre di dialogo per l'apertura ed il salvataggio dei files.

Se è = 0 i percorsi vengono richiesti alla riga di comando, cosa utile solo per i programmi e gli script.

Tanto che ci sei, controlla anche la variabile CMDDIA, che controlla l'apertura delle finestre di dialogo di tutti gli altri comandi.

Anche lei va mantenuta = 1

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Ciao Gimmi, ma in questa versione quindi si possono creare dem da subito, senza aspettare il pacchetto subscrition di autodesk , come accadeva nelle versioni precedenti?

Grazie
PEPPE

GimmiGis ha detto...

Ciao Peppe,

Sembra proprio di sì!
Finalmente.

GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Ciao Gimmi,
da quando uso Map e FDO non posso lavorare con sfondo finestra nero, perchè gli oggetti FDO neri purtroppo non si vedono! Per stampare un oggetto FDO nero un utente che usa Autocad da molti anni deve cambiare metodologia e passare per forza ad un altro colore di sfondo? Non mi è chiaro perchè la nuova tecnologia FDO non abbia tenuto conto di questo particolare, che funziona da sempre molto bene in Autocad.
Grazie e complimenti per il blog
Giovanni

GimmiGis ha detto...

Ciao Giovanni,

grazie per i complimenti, cerco di essere utile.

Sinceramente, non mi sembra che la rinuncia allo sfondo nero sia un grande sacrificio.

Pensa che è da molti anni che uso uno sfondo chiaro, che mi sembra molto più riposante per la vista.

Quindi non mi ero mai accorto di quanto scrivi finché non ho rimesso lo sfondo nero per provare quello che hai scritto.

Tieni presente che gli oggetti caricati con FDO non seguono tutte le regole degli oggetti Dwg e viceversa.

Dopotutto FDO è una tecnologia sviluppata all'esterno per MapGuide e poi integrata in Map 3D, e permette già notevoli vantaggi.

Qualche sacrificio lo merita.

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

L'ho provato e spero tanto venga rilasciato al più presto Raster Design compatibile con questa versione, visto che non posso installare il map 3d 2010 su windows 7 64 bit.

GimmiGis ha detto...

Tranquillo, il rilascio di Raster Design 2011 è un poco in ritardo, ma a giugno arriva!

Anonimo ha detto...

Salve, ho installato anche io il Map 3D 2011 ma non avendo a disposizione il Raster design 2011 la versione 2010 nn si installa posso insttalare sulla stessa macchina sia la versione 2010 di map 3d sia la versione 2011 possono coesistere? In quanto vorrei per ora usare il map 3d 2010 ed il raster design 2010 senza disinstallare la versione 2011 di Map 3D.

GimmiGis ha detto...

Ciao Anonimo,

Sì, AutoCAD Raster Design va installato sulla versione corrispondente di Map 3D.

Puoi tranquillamente installare Map 3D 2010, già da molti anni autodesk progetta i suoi software in modo che possano convivere versioni differenti "spalla a spalla".

Io stesso, attualmente, uso Map 3D + Raster Design 2008, 2009 e 2010, ed anche Civil 3D 2010.

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Ciao Gimmi,
mi è appena arrivato il dvd del map 2011 e ben felice ho appena fatto l'installazione.

Ho fatto alcune prove e ho provato le novità. Ora quando provo a lanciare una stampa qualsiasi la finestra della stampante non compare e vedo solo il processore che comincia a frullare al 100% ma anche dopo alcuni minuti della finestra di controllo della stampa non c'è nessuna traccia.

Fino a stamattina ho lavorato con il Map 2010 e non ho mai avuto nessun problema.

Non sei mica a conoscenza di qualche necessità specifica del programma o dei cambiamenti che hanno apportato e che possono dare qualche problema???

Ti ringrazio.

Alessandro

GimmiGis ha detto...

Ciao Alessandro,

Problema piuttosto strano, visto che è Windows che governa gran parte del processo di stampa.

No, non mi risulatno cambiamenti che possano impedire la stampa, semmai migliorarla (vedi stampa in PDF)

Nella Knowledge Base di Map 3D non ho trovato nulla in evidenza che riguardi la stampa.

http://usa.autodesk.com/adsk/servlet/ps/index?siteID=123112&id=2891256&linkID=9240857

Cercando "print", solo per la versione 2011, l'unica soluzione riguarda vecchi plotter HP

http://usa.autodesk.com/adsk/servlet/ps/dl/item?siteID=123112&id=13817784&linkID=9240857

Eventualmente prova ad aggiornare i driver di stampa

Buon lavoro
GimmiGIS

Anonimo ha detto...

Ciao Gimmi, gentilissimo come sempre !!!.

Ho risolto il problema con la stampa. Avevo copiato i miei stili di stampa nella cartella Plot Styles e probabilmente qualche ctb aveva dei problemi infatti svuotando completamente la cartella e rifacendoli da zero adesso funziona tutto bene (ritengo che sia stato windows con la procedura di pulitura disco che ha compresso i file più vecchi tra cui alcuni dei miei ctb).

Grazie ancora e complimenti per il blog che seguo sempre.

Alessandro

mauro ha detto...

ho un grosso problema proprio con questa versione di Map. ho un sistema a 64bit e non riesco a collegare un database di Access al file di Autocad. Il programma è originale e lincenziato e leggo nella guida che in effetti ci sono dei problemi. Come posso fare? una volta era tutto molto semplice, bastava cliccare col destro su DataSources... ora???
Grazie
Mauro Saccone

GimmiGis ha detto...

Ciao Mauro,

Il problema è noto, ed è dovuto al fatto che Microsoft non ha rilasciato i driver ODBC a 64 bit per Access.

Purtroppo non ci possiamo fare molto, dipende da loro.
Puoi considerare di passare tutto a SQLite, che è gratuito e semplice da usare, e Microsoft si arrangi...

Buon lavoro
GimmiGIS

GimmiGis ha detto...

Driver ODBC su sistemi a 64 bit: forse ho trovato la soluzione... Prova a leggere qui:

http://gisexchange.typepad.com/blog/2010/08/odbc-on-x64-operating-systems.html

Teodoro ha detto...

Salve,

sono un utilizzatore di autocad map 3d 2009 e le scrivo per sottoporle un problema:

nella schermata opzioni di autocad ho erroneamente cliccato il tasto ripristina e ho deciso di proseguire per il ripristino dello stato di autocad. Risultato, ho perso le impostazioni di autocad map. Come posso ripristinare le normali opzioni di autocad map?

Spero che mi possa aiutare, la ringrazio in anticipo per l'attenzione.

Teodoro

GimmiGis ha detto...

Buongiorno Teodoro,

Può recuperare le personalizzazioni se le ha in precedenza salvate nel file di personalizzazione .CUI.

Altrimenti ho paura sia necessario reinstallare Map 3D.

In questo caso, dopo aver disinstallato Map 3D dal pannello di controllo, e prima di reinstallare è necessario cancellare la cartella di installazione originale, sotto Programmi, che può contenere proprio le personalizzazioni che si sono rovinate, che quindi verrebbero recuperate reinstallando.

in bocca al lupo
GimmiGIS

Teodoro ha detto...

le segnalo che, fortunatamente, ho risolto il problema.

Se può essere di utilità per qualche altro utente:

a seguito di ripristino del profilo dal menù opzioni sono stati creati dei file acad (.cui, .mnr) che, di fatto, facevano riavviare Autocad Map come se fosse un normale autocad 2d/3d.

Alla fine, sono risalito ai file modificati al momento del ripristino (es. Ven 10/12/2010 ore 17.11) e li ho eliminati/sovrascritti con file originali (come consigliato; purtroppo non basta solo sostituire il file.cui).

Di fatto, Autocad ha ripreso a funzionare nella modalità map, recuperando i file ACMAP.

vi segnalo questa nota, nel caso in cui qualche altro utente dovesse rirpistinare il profilo di autocad map e non sapesse come re-inserire le funzionalità gis.

Grazie
Teodoro

GimmiGis ha detto...

Bene, Teodoro, sono contento che hai risolto, e che hai reso disponibile a tutti la soluzione!

Buon lavoro ed auguri
GimmiGIS